PEOPLE

TANINO ART – CHI DORME NON PIGLIA PESCI (E MANCO LI CREA)

30 agosto 2017
foto TANINO CINCOTTA

Ho conosciuto Tanino Cincotta lo scorso anno alla cantina Hauner a Salina. Lì è di casa visto il rapporto di amicizia che lo lega da anni a Carlo e alla sua famiglia.

Tanino è un artista eclettico ma talmente semplice da non sembrarlo affatto. Ama rappresentare pesci che vengono creati con materiali vari di recupero, assemblati con arte e intelligenza.

Nasce a Santa Marina di Salina nel 1961 e lavora per molti anni come artigiano nell’ambito dell’arredamento da bagno. I suoi hobby sono da sempre la fotografia ed il mondo del mare. Qualche anno fa, proprio da queste passioni, ha creato una professione seria e allo stesso tempo divertente perché rappresenta in toto quanto Tanino ama. Lui li chiama objet trouvè, io li chiamo pesci fantastici ed immaginari che sono già stati esposti oltre che sull’isola anche a Messina, e che saranno presto oggetto di una mostra a Roma e a Milano.

Io faccio il tifo per Tanino perché è bravo senza saperlo né volerlo essere. Ha una fantasia spiccata ed un gusto particolare nella scelta dei colori. I suoi pesci sono giusti e non solo in una casa al mare. Anche le sue foto sono fantastiche e già state esposte in alcuni locali a Salina e a Montecchio Maggiore (VI).

E’ un artista da conoscere, possibilmente dal vivo nel suo atelier a Varese o alle sue mostre ma anche tramite le foto che può inviare su richiesta fatta a taninocincotta.art@gmail.com. E’ anche un uomo da incontrare e da ascoltare e “L’Occhio di Salina” è il nome del suo brand. E’ uno che sa che pesci pigliare. Vai Tanino!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *